Paul Timewood  è un nome che non esiste all'anagrafe, è un nome "falso" o, meglio, è un nom de plume, un nome d'arte, scelto appositamente per non essere riconosciuto. Anche la Biografia dell'Autore è "falsa" o, meglio, è romanzata e contribuisce a creare il personaggio che scrive della storia e varia (artisticamente, è ovvio) da romanzo a romanzo. Paul Timewood, dunque, non vuole essere conosciuto come persona e, detto in un acronimo, è un VRA, ovvero uno che Vuole Restare Anonimo.

         Tuttavia, le sue Biografie sono in parte anche vere, poiché esprimono i suoi desideri e quello che avrebbe potuto essere se non fosse divenuto quello che è oggi. Nella vita si deve scegliere, a  un certo punto, giunti al bivio dell'età adulta, come organizzare la propria strada: certo, la vita dell'artista bohémien è affascinante, ma quando si ha freddo e si ha fame, si sceglie più prosaicamente un percorso che ci consenta di pagare il riscaldamento, la spesa al supermercato e  anche la bolletta della luce, senza la quale ultima, poi, non si può scrivere.

         Però può capitare che, pagate le bollette e riempito il frigorifero, a volte ritorni il desiderio artistico e che si possa, con più serenità, spostare l'attenzione su questa arte e, così, si ricomincia a scrivere a... quarant'anni.

         Si è ripreso, qui, un cammino, da alcuni abbandonato e presto dimenticato, che invece in altri è rimasto sopito, come le braci di un fuoco apparentemente spento, in attesa di un soffio di vento che lo risvegliasse: ed ecco i romanzi di Paul Timewood.                                                                                         

    by Frank Joseph Lizard, Fantastic History Teacher